Sakamichi no Apollon - Kids on the Slope

Sakamichi no Apollon - Kids on the Slope è una serie animata composta di 12 episodi tratta dall'omonimo manga.

Trama:  Giappone, 1966. Kaoru Nishimi è costretto a trasferirsi a Kyoshu presso dei parenti per via del lavoro del padre.
Ragazzo riservato e diligente, ha però difficoltà col relazionarsi con gli altri tanto da riscontrare malessere fisico nei momenti di maggiore disagio.L'unica cosa che riesce a farlo sentire meglio è correre sul tetto della scuola e respirare. Ed è lì che fà la conoscenza di  Sentaro Kawabuchi, il teppista della scuola. Inizialmente ci saranno i soliti screzi dovuti più che altro alla diversità sociale (di buona famiglia e studioso il primo, povero e attaccabrighe il secondo), ma la musica farà in modo di unire i due ragazzi fino a farli diventare amici.

Ci troviamo dinanzi ad una vera perla.

La trama si basa sulla costruzione di un'amicizia, sulle incomprensioni e i dubbi tipici dell'adolescenza, sulla comprensione ed accettazione di sè e sulla capacità di rapportarsi agli altri.

In parallelo troviamo la musica, il Jazz.
Questa è espressione dell'io, strumento di comunicazione che va oltre le parole.
E' grazie alla musica che i protagonisti rompono la maschera sociale ed iniziano a conoscersi per ciò che sono.
Grazie ad essa comunicano, crescono, si sostengono e cercano, nel limite del possibile, di andare oltre.
Dove le parole ci portano a dire ciò che non pensiamo, la musica sola trasmette il vero io. Non è necessario parlare, ma per capirsi, per litigare o per chiedere scusa e fare pace basta semplicemente suonare insieme.....


L'animazione è ad un buon livello, anche se ci sono momenti più o meno curati.
Questa raggiunge livelli ottimi proprio nelle scene in cui i personaggi suonano.
La fluidità è dolce e leggera (nulla a che vedere con Nodame Cantabile), i movimenti precisi ed armoniosi, vorremmo non smettessero mai di suonare.

Il caracter design ha un non so che di malinconico e delicato che non mi dispiace affatto.

La colonna sonora, curata da Yoko Kanno, è meravigliosa.
Accompagna e coinvolge magistralmente, esaltando le emozioni e le situazioni.

Assolutamente da non perdere.

4 commenti:

automaticjoy ha detto...

Anche io ho finito di vederlo da poco (nei prossimi giorni probabilmente scriverò le mie impressioni) e sono completamente d'accordo con te, avevo aspettative alte e non sono state affatto deluse. Sia la storia che la colonna sonora sono tra le migliori che ricordi, una vera chicca.

Mirage ha detto...

Anche a me è piaciuto molto, era da tempo che non vedevo un anime così ben fatto.
Non vedo l'ora di leggere la tua recensione ^_^.

Jul ha detto...

Oh guarda,anch'io ho finito pochi giorni fa di vedere quest'anime e avevo intenzione di farne una recensione,intanto se ti va ti ho invitata a partecipare ad un giochino --> http://auladimusica3.blogspot.it/2012/07/11.html

baci.

Mirage ha detto...

Allora asapetto con ansia di leggere anche la tua recensione ^_^.
Un giochino?, corro a vedere....


up